• 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
Tuesday 24 January 2017

benvenuti ...

... nel sito dell'antico Priorato cluniacense di  s. Egidio in Fontanella, ora Cappella vescovile. La comunità cattolica che vive nella terra bergamasca, insieme al suo Vescovo Francesco, vi saluta con semplicità e cordialità.
Sono passati più di novecento anni da quando Alberto da Prezzate fondò la chiesa di S. Egidio e il monastero benedettino adiacente. Le generazioni si sono susseguite nello scorrere dei secoli, come le stagioni, come gli eventi della piccola e grande storia degli uomini. Eppure mai han cessato di risuonare nella quiete del chiostro e all'ombra delle possenti mura di questa chiesa i passi dei viandanti. Qui sono passati uomini, con il loro carico di gioie e dolori, per rivolgere una preghiera, chiedere un aiuto, ascoltare la Parola, respirare la presenza dell'Assoluto. Nel cuore della collina, tra pietre sacre e preziosi silenzi cari al santo papa Giovanni e al poeta padre Davide Turoldo, qui sarete i benvenuti, qui dove tutto parla del Dio Trinitario Padre, Figlio e Spirito Santo, e del Crocifisso Risorto, che accoglie i passi di tutti e ciascuno. Qui, ci si fa tua compagnia, fraternamente, in questo angolo di storia che percorriamo insieme. Questa è la casa del Signore, questa è casa tua: grazie per essere qui tra noi e buon viaggio!

il Rettore

  • L' angolo

      

     Cadrà dolce la pioggia

    Cadrà dolce la pioggia
    e si diffonderà il profumo della terra, 
    le rondini voleranno in cerchio stridendo;
    canteranno le rane negli stagni a notte alta,
    e i pruni selvatici biancheggeranno tremuli;
    i pettirossi si vestiranno di penne di fuoco,
    fischiando le loro ariette sugli steccati;
    e nessuno saprà della guerra, nessuno
    si curerà infine quando tutto sarà compiuto,
    né albero, né uccello
    farà caso all'umanità morente;
    e la stessa primavera, quando si leva all'alba
    appena s'accorgerà che ce ne siamo andati.
    Sara Teasdale

    Via Crucis dell'oggi


    Read More
  • 1
  •  Diario :::: per l'ospitalità a sant'Egidio in Fontanella: animatori di gruppi parrocchiali, giovanili e adulti, possono trovare qui un luogo di silenzio operativo; perciò si privilegia la loro presenza rispetto a quella di bambini o ragazzi, anche perché i ridotti spazi della Rettoria non si confanno alle esigenze di moto dei più piccoli ::::  per contatti vedi sotto nel riquadro "informazioni" :::: 

    Domenica 15 gennaio, nella sera. "Ecco l'Agnello di Dio" è il richiamo a cui ha risposto un gran numero di giovani del Vicariato dell'Isola che si sono ritrovati con i loro sacerdoti per un momento di preghiera nella nostra Abazia. A seguire biscotti e tisane nel salone: perché i legami si intrecciano anche così.   >>>   Sabato 14, la mattina: una trentina di volontari e sostenitori del PIME di Monza si ritrovano alla nostra Abazia per una Messa di ringraziamento. A presiedere la celebrazione  Padre Jaime, padre Lorenzo e padre Giuseppe: dal Brasile, dalla Tailandia, dalla Guinea Bissau, dall'Italia; perché il cuore del PIME è ovunque.   >>>   Da sabato 7 a domenica 8 ospitiamo in accoglienza una quindicina di ragazzi del gruppo di seconda media dell'oratorio di Bonate Sopra. Due giorni pensati dagli educatori Chiara e Mosè per insegnare loro a stare insieme e a condividere tempi ed emozioni.   >>>   Da giovedì 5 a sabato 7 gennaio il Gruppo Scout Milano 3_88  è nostro ospite in accoglienza. Giorni di grandi passeggiate lungo i sentieri del Monte Canto ma anche di "grandi riflessioni ", complice forse l'inizio del nuovo anno che invita a fare progetti e propositi.   >>>   Mercoledì 4, nella tarda serata. Dopo un rocambolesco rientro in treno da Milano, don Tiziano e un piccolo gruppo di giovani dell'oratorio di Alzano celebrano la Santa Messa in Abazia. La mattina di giovedì, veglia ed Eucaristia per affidare al Signore le fatiche, gli impegni e le gioie del nuovo anno. La partenza verso mezzogiorno per il pranzo in oratorio.   >>>   Il Natale, nelle celebrazioni della nostra Abbazia, ha visto dalla santissima Notte all’Eucarestia dell’Epifania, l’alternarsi di numerosi amici della collina_ la carità ha raccolto, tra viveri e denaro, circa millequattrocento euro per le Monache di Clausura, e cinquecento euro per il baby ospital di Betlemme   >>>   Venerdì 23 dicembre, all'alba. Don Manuel Belli accompagnato da una trentina di ragazzi (alcuni Scout,  altri del gruppo Samuele, altri della parrocchia di Madone) raggiunge la nostra Abazia dopo aver camminato nella gelida notte dal Seminario di Città Alta fino a qui per celebrare una Santa Messa di ringraziamento e di augurio.   >>>   da sabato 17 a domenica 18, in accoglienza. ritrovo degli animatori dell'oratorio di SottoilMonte per un momento di riflessione "natalizia".   >>>   Sabato 17 sera, una quarantina di aderenti ai Cenacoli Giovannei della nostra diocesi, accompagnati dal responsabile don Ezio Bolis, vivono un momento di preghiera nella nostra Abazia. A seguire cena nel salone per scambiarsi auguri e ringraziamenti.   >>>   Da sabato 10 a domenica 11ospitiamo in accoglienza il Gruppo scout Bonate Primo in "trasferta" sulle nostre colline.   >>>   Domenica 4 consueto incontro di Scuola di Comunità per un gruppo di amici aderenti al Movimento di Comunione e Liberazione.   >>>   Da sabato 3 a domenica 4 dicembre, in accoglienza ospitiamo il piccolo gruppo di ragazzi di quarta superiore dell'oratorio di SottoilMonte con gli educatori Tecla e Marco per un ritiro d'avvento.   >>>   Sabato 3 dicembre, la mattina: un gruppo di amici legati alla Comunità Cristiana di San Fermo _ Bergamo sono nostri ospiti per un momento di ritiro guidato da don Aldo Riboni; a conclusione della mattinata,  la celebrazione della Santa Messa. 

    Read More
  • 1
  • Segnalazioni / Corrispondenze

    Cinema

    IL CLIENTE - Asghar Farhadi. Il regista iraniano di "Una separazione" (premio Oscar per il Miglior Film Straniero) torna a Teheran (dopo "Il passato", girato in Francia ed in francese) ed affronta la complessità delle relazioni umane. Può un uomo buono consegnarsi alla vendetta la più cattiva? Un ottimo insegnante, comprensivo e incoraggiante, trasformarsi in un aguzzino? Il Cliente mette in luce la differenza apparentemente sottile ma fondamentale fra vergogna e umiliazione: l’una protesa verso se stessi ed un proprio codice morale, l’altra verso l’opinione altrui, che nel film appare di importanza primaria, se non assoluta. I protagonisti lottano per riscattare il loro orgoglio ferito, dando vita a comportamenti in cui l’empatia lascia spazio ad una vendetta che assume la prioritaria forma di estrema difesa della propria dignità pubblica. Un’opera profonda ed evocativa che, partendo dal vacillare di un palazzo, simbolo dell’instabilità e dell’incertezza di un Paese intero – l’Iran - entra prima nelle case e poi nelle coscienze dei suoi abitanti per esplorarne le contraddizioni, in un gioco di matrioske il cui fulcro è rappresentato da un duro faccia a faccia con se stessi e con i propri princìpi, una resa dei conti non più revocabile. 

    Read More
  • 1
  • daQui

     intolleranza – Chi sa se è l’avere il tanto, o l’essere di sé fatto centro ormai di ogni relazione, a rendere intolleranti. Di una intolleranza che rasenta la fobia per la diversità: il razzismo, più o meno occulto, parte da lì. Un razzismo che è oggi innegabile per chi viene da lontano ad occupare il posto che “è mio”. Ma è fobia per abitudini altrui. Ora è il tempo dei vegani: questa specie di persone che non solo scelgono di nutrirsi di erbe, in barba a chi pure sostiene che anch’esse abbiano una vita – alle piante, se gli parli mentre le innaffi o le poti, ti rispondono con una crescita più viva – ma pretendono che nessun altro si nutre più né di carne bianca né di carne rossa. Ma continua il tempo degli animalisti, in questo sostenuti da quelle catene di scaffalature che tengono al benessere di cani e gatti – da scatolette di prima scelta a cappottini contro il gelo: secondario che si spendano miliardi per il cagnolino cui si insegna a chiamarti mamma, e si dica che far figli costa. E si è avviato il tempo degli antitabagisti accaniti: fumare in locali pubblici, per fortuna non si fa più da noi da alcuni anni; ma ora, un libro tra le mani, sotto alberi di un parco fatto per assorbire sostanze nocive, è in via di proibizione fumarti una sigaretta che accompagni l’immersione nella storia. E si dice una, non le cinquanta degli accaniti cercatori di tumore. Confondendo così, gli uni e gli altri, una sana educazione alla salute con una insofferenza per una conclusione di un pasto, che per qualcuno è un dito di grappa, e per altri una (una) buona sigaretta. È la rigidità che deriva da un attaccamento insofferente alle proprie convinzioni: impedendo, a volte con la violenza, che altri possano avere usi e costumi diversi. Più uno sta bene, più diventa intollerabile? E cioè incapace di rispetto per chi è diverso da sé? In un mare di personaggi alla ricerca di una evidenza di sé, si arriva alle idiosincrasie, quella forte adesione a perone o situazioni non gradite, che non sai se è una moda (ma lo è, se poi le cronache di ti raccontano che la Tizia e il Tizio già vip ha smesso di seguire il testamento del per altro egregio Veronesi. Eppure, con molta più enfasi di quanto non meriti, si cita Voltaire, là dove dice che “nel disaccordo con le tue opinioni, tuttavia difenderò fino alla morte il tuo diritto di essere diverso”. Citazione per altro erroneamente riferita al filosofo dell’illuminismo, come un recente studio ha chiarito, essendo di proprietà di una stimabile scrittrice, tale Evelyn Beatrice Hall. E sarebbe finalmente comprensibile come in uno scritto contro Rousseau, invitasse a non esercitare la tolleranza, che pure è una virtù, perché con lui diventerebbe un vizio. E altrettanto comprensibile come i rivoluzionari francesi, quelli della ghigliottina, lo eleggessero a loro nume,

    Read More
  • 1
  • INFORMAZIONI UTILI

    Attilio Bianchi, rettore

    La chiesa abbaziale
    è aperta dalle 8 del mattino fino al calar del sole.

     La Domenica, e nelle feste del Signore e dei Santi, l'Eucarestia si celebra in Abbazia alle ore 10,30.

    Per richieste personali al Rettore:
    e-mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. telefono: 035.4362202 (preferibilmente il mattino dalle 7,30 alle 8,30).

    Per uso degli spazi della Rettoria:
    telefonare o mandare sms al 339.3765458 o inviare mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

  • INFORMAZIONI UTILI

    ACCOGLIENZA GRUPPI

    Apertura: tutto l'anno.
    Attività: Esercizi Spirituali, Ritiri, Giornate di Spiritualità, Convegni. Ci si può far guidare o da propri referenti o dal rettore dell’Abbazia.Tipologia ospiti: sacerdoti, diaconi, religiose/i, giovani e adulti laici.

    Ricettività: 20 posti letto disposti in: 1 camera singola, 1 camera a 5 posti letto singoli, 1 camera a 7 posti letto a castello. Una camera è dotata di servizio privato, le restanti camere sono dotate di servizi in comune.

    Servizi: ogni giorno, possibilità di celebrazioni per gruppi.

    Casa non attrezzata per accoglienza disabili.

  • INFORMAZIONI UTILI

    SACRAMENTI
    Per disposizione vescovile in questa chiesa ordinariamente non si celebrano sacramenti di battesimo e matrimonio, se non per le persone residenti nella parrocchia_

    COME RAGGIUNGERCI:
    • auto e bus privati trovano parcheggi su via Fontanella alta e/o via Reg. Teoperga
    • treno (la stazione più vicina, Terno, dista 4 Km)
    • bus pubblici (la fermata si trova a 2 km)

    PER DONAZIONI:
    Rettoria s. Egidio
    Cassa rurale BCC di Treviglio - fil. Sotto il Monte Giov XXIII
    IT34 O 08899 61440 00000 0370654


  • 1
  • 2
  • 3
  • Il Vangelo
    secondo santa Marta

    115. L’autorità di Gesù è un’autorità umile, è in una dimensione di servizio, tant’è che egli consiglia lo stesso ai suoi discepoli: “I capi delle nazioni le opprimono, ma tra voi non sia così. Il più grande sia come quello che serve: si faccia il più piccolo; e quello sarà il grande”. A l contrario dei dottori della legge, che avevano una psicologia da principi, non di servizio: noi comandiamo, voi obbedite. Gesù, invece, mai si è fatto passare come un principe: sempre era il servitore di tutti e questo è quello che gli dava

    Read More
  •  Quale linea politica? – Grillo filo-Trump. Salvini filo-Trump, e filo Le Pen, e filo tutti i nomi populisti, e dunque nazionalisti (e dunque alla non tanto lunga, guerrafondai). Fico “ Né con Trump, né con Salvini né ...”.    E il gran comico avverte che si sta sulla linea politica, e che interviste e commenti vanno autorizzati. Appunto: aria fascista. 

    Read More
  • 1

Chi è on line

We have 3 guests and no members online