• 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
Wednesday 27 July 2016

benvenuti ...

... nel sito dell'antico Priorato cluniacense di  s. Egidio in Fontanella, ora Cappella vescovile. La comunità cattolica che vive nella terra bergamasca, insieme al suo Vescovo Francesco, vi saluta con semplicità e cordialità.
Sono passati più di novecento anni da quando Alberto da Prezzate fondò la chiesa di S. Egidio e il monastero benedettino adiacente. Le generazioni si sono susseguite nello scorrere dei secoli, come le stagioni, come gli eventi della piccola e grande storia degli uomini. Eppure mai han cessato di risuonare nella quiete del chiostro e all'ombra delle possenti mura di questa chiesa i passi dei viandanti. Qui sono passati uomini, con il loro carico di gioie e dolori, per rivolgere una preghiera, chiedere un aiuto, ascoltare la Parola, respirare la presenza dell'Assoluto. Nel cuore della collina, tra pietre sacre e preziosi silenzi cari al santo papa Giovanni e al poeta padre Davide Turoldo, qui sarete i benvenuti, qui dove tutto parla del Dio Trinitario Padre, Figlio e Spirito Santo, e del Crocifisso Risorto, che accoglie i passi di tutti e ciascuno. Qui, ci si fa tua compagnia, fraternamente, in questo angolo di storia che percorriamo insieme. Questa è la casa del Signore, questa è casa tua: grazie per essere qui tra noi e buon viaggio!

il Rettore

  • L' angolo

    per esorcizzare i nuovi massacri
    di Trilussa

    C'è un'ape che se posa
    su un bottone de rosa:
    lo succhia e se ne va...
    Tutto sommato, la felicità
    è una piccola cosa.
     
    di B. Brecht
    Se durassimo in eterno
    Tutto cambierebbe
    Dato che siamo mortali
    Molto rimane come prima.
     
    di Nazim Hikmet
    Il più bello dei mari
    è quello che non navigammo.
    Il più bello dei nostri figli
    non è ancora cresciuto.
    I più belli dei nostri giorni
    non li abbiamo ancora vissuti.
    E quello
    che vorrei dirti di più bello
    non te l'ho ancora detto.

     


    Via Crucis... 


    Giubileo...



     

    Read More
  • 1
  • Diario 

        :::: per l'ospitalità a sant'Egidio in Fontanella: animatori di gruppi parrocchiali, giovanili e adulti, possono trovare qui un luogo di silenzio operativo; perciò si privilegia la loro presenza rispetto a quella di bambini o ragazzi, anche perché i ridotti spazi della Rettoria non si confanno alle esigenze di moto dei più piccoli ::::  per contatti vedi sotto nel riquadro "informazioni" ::::


    Giovedì 7 luglio ospitiamo i ragazzi del Cre dell'Oratorio di Campagnola _ Bergamo guidati dagli animatori e dal seminarista Omar. I più  piccoli salgono a piedi da Botta, i più grandi da Mapello dove hanno passato la notte in tenda. Per tutti in Chiesa un intenso momento di preghiera e riflessione sul valore dell'amicizia come testimonianza dell'amore di Dio. Prima di concludere Omar unge i palmi delle mani dei ragazzi con olio di nardo, perché ciascuno possa portare il profumo di Gesù per le strade e nelle case. Dopo il pranzo nel salone grande della Rettoria, partenza sotto il sole cocente del primo pomeriggio per raggiungere il Santuario della Madonna del Castello di Ambivere, ultima tappa prima del rientro in treno verso casa.   >>>   per la settimana di visite di gruppi Cre ricordiamo anche mercoledì 6  un piccolo gruppo di ragazzi e animatori del Cre di Caprino, guidati dal parroco: pranzano al fresco del nostro prato, vicino alla chioccolante fontanella, prima di ripartire verso Ambivere.   >>>   Domenica 3, nel pomeriggio visita guidata all'Abazia per il gruppo Lega Nord dell'Isola tra una messa celebrata per loro defunti a Botta e un pranzo in ristorante qui sulla collina_ si accolgono tutti, secondo il comandamento del Vangelo ...   >>>   Mercoledì 29giugno, la mattina. Dario Canossi del gruppo folk  "I Luf" registra, accompagnato dal suono del nostro organo, il canto "Ave Maria migrante" che sarà inserito nel loro album di prossima uscita "Verso un altro altrove".   >>>  Sabato 25,  don  Emilio Lingiardi, Arciprete del Duomo di Crema raggiunge la nostra Abazia con alcuni amici per celebrare una Santa Messa in ricordo del 50^ anniversario di ordinazione.   >>>   Venerdì 24, matrimonio di Elena e Michele: tanti auguri a loro che hanno potuto realizzare la celebrazione nella nostra abbazia essendo abitanti di qui (secondo le norme diocesane che impediscono a chi non è del territorio di venire a sposare da noi: per certi versi una cosa giusta, ma non per ogni domanda: da rivedere...).   >>>   Lunedì 20, passeggiata a Fontanella per il gruppo dei ragazzi disabili del Centro diurno di Almenno San Salvatore accompagnati dai loro assistenti. Pranzo sotto il porticato del chiostro e, a seguire, giochi e risate fino all'ora del rientro a metà pomeriggio.   >>>   Mercoledì 15, mattinata di ritiro per i sacerdoti del Vicariato dell'Isol.  >>>   La sera, all'ora del tramonto,  l’Eucarestia  in suffragio di Flavia, parrocchiana di S. Lucia in Bergamo, ha raccolto accanto al marito Italo, e ai figli una numerosissima schiera di amici.   >>>   Domenica 12, nel pomeriggio raggiungono la nostra Abazia una ventina di persone del gruppo giovani coppie della parrocchia Ss.Redentore di via Palestrina in Milano, accompagnati dal parroco don Natale. Visita guidata alla storia e all'architettura della Chiesa e a seguire merenda nel salone grande della Rettoria   >>>   Sabato 11, la mattina. Don James Organisti,  prossimo a lasciare l'incarico di cappellano degli universitari  di Bergamo, guida una mattinata di riflessione e preghiera per un  piccolo gruppo di universitari.  Tema " il rimanere dentro la Chiesa e il come essere testimonianza al mondo". La Messa di chiusura è di ringraziamento per le buone relazioni che negli anni si sono intrecciate, ma anche di affidamento per i nuovi impegni che si dovranno affrontare. Per il pranzo al Vitigno, per la festa e per i saluti, si aggiunge don Giovanni Gusmini,  che dopo l'estate prenderà il posto di don James.   >>>    Sempre nella mattinata di sabato, una decina di persone di Bergamo città raggiungono la nostra Abazia per un  momento di ritiro: verso il mezzogiorno l’Eucarestia è celebrata da don Aldo Riboni, loro amico.   >>>   Su suggerimento del loro parroco don Giuseppe Locatelli, un gruppo di amici partiti da Albino per un pellegrinaggio nel paese natale del Santo Papa Giovanni, passano in tarda mattina dalla nostra Abazia per una visita guidata. Interessati e felici per aver visto un luogo che non conoscevano.

    Read More
  • 1
  • Segnalazioni / Corrispondenze

     

    LIBRI

    E Affinati, L' uomo del futuro. Sulle strade di don Lorenzo Milani, ed Mondadori   >>>   A quasi cinquant'anni dalla sua scomparsa don Lorenzo Milani, prete degli ultimi e straordinario italiano, tante volte rievocato ma spesso frainteso, non smette di interrogarci. Eraldo Affinati ne ha raccolto la sfida esistenziale, ancora aperta e drammaticamente incompiuta, ripercorrendo le strade della sua avventura breve e fulminante: Firenze, dove nacque da una ricca e colta famiglia con madre di origine ebraica, frequentò il seminario e morì fra le braccia dei suoi scolari; Milano, luogo della formazione e della fallita vocazione pittorica; Montespertoli, sullo sfondo della Gigliola, la prestigiosa villa padronale; Castiglioncello, sede delle mitiche vacanze estive; San Donato di Calenzano, che vide il giovane viceparroco in azione nella prima scuola popolare da lui fondata; Barbiana, "penitenziario ecclesiastico", in uno sperduto borgo dell'Appennino toscano, incredibile teatro della sua rivoluzione. Ma in questo libro, frutto di indagini e perlustrazioni appassionate, tese a legittimare la scrittura che ne consegue, non troveremo soltanto la storia dell'uomo con le testimonianze di chi lo frequentò. Affinati ha cercato l'eredità spirituale di don Lorenzo nelle contrade del pianeta dove alcuni educatori isolati, insieme ai loro alunni, senza sapere chi egli fosse, lo trasfigurano ogni giorno: dai maestri di villaggio, che pongono argini allo sfacelo dell'istruzione africana, ai teppisti berlinesi, frantumi della storia europea.

    Read More
  • 1
  • daQui

     

    Verità - Non è, cara amica, che ci impuntiamo sugli errori dei cardinali, come se si fosse condotti da “santa” invidia, non tenendo conto dei tanti che, elevati alla porpora, sono degni. Degno è stato certamente il cardinal Martini: l’abbiamo conosciuto, e si è fatto amare per la coerenza della vita ispirata alle Sacre Scritture, lette sull’uomo contemporaneo; degno il cardinale di Firenze, Piovanelli, recentemente mancato: tutta la sua vita è stata esemplare, da parroco a vescovo di Firenze, vivendo in semplicità e armonia in ogni ministero affidatogli. Ma colpisce che così non viva ciascuno di quelli a cui è stato ricordato che vestono di rosso per una missione al martirio. Pur nella diversità di ciascuno. Ma sicuramente una diversità che non  può mai essere affine alle modalità mondane. Il rischio di vescovi con la “mentalità del principe”, denunciato da papa Francesco, esiste là dove ci si adegua a vivere l'autorità religiosa allo stesso modo di quella mondana: per sé e non per bene evangelico. Il Papa, diceva Piovanelli nei suoi ultimi giorni, ci insegna “a non metterci al di sopra e neppure alla pari, ma al di sotto, come ha fatto Gesù lavando i piedi. Tutti dobbiamo metterci in discussione e imparare sempre più a servire, non a difendere la nostra autorità”. E questo copre soprattutto quel bene consegnato a Pilato: la verità. Verità sulla Chiesa, ma verità sulla dottrina che si è imposta con una rigidità che nulla ha a che fare con quella conoscenza dell’uomo che è voluta dalla creazione: creazione dell’uomo sempre in divenire. L’immagine della Chiesa, nonostante il papa spiritualmente “mediatico” che ci è donato oggi, non è ai massimi livelli di esemplarità. E tuttavia fa specie sentire persone che lasciano la Chiesa, motivandosi - a viva voce e con un po’ più di un pizzico d’arroganza (sanno essi il peccato? il proprio e l’altrui? e la fragilità da cui nessun credente è esentato, a qualunque vocazione debba rispondere?) – con gli scandali che uomini di Chiesa producono. Chi gli ha insegnato che la fede dei discepoli nasce dalla coerenza di chi gliela trasmette? Chi gli ha detto che se un prete, un vescovo, sbaglia, è Cristo che sbaglia? Non ci si può chiamar fuori per questo: solo una crassa ignoranza, e nient’altro, può spiegare il loro gesto. Puoi forse rinnegare tua madre solo perché partorisce figli indegni? O ancor più la sostieni per la risposta che solo lei, con amore, sa dare ai suoi figli, quanto più sono nel bisogno? È vero: guai a chi scandalizza i piccoli. Ma piccoli sono anche quelli che si sono sempre

    Read More
  • 1
  • INFORMAZIONI UTILI

    Attilio Bianchi, rettore

    La chiesa abbaziale
    è aperta dalle 8 del mattino fino al calar del sole.

     La Domenica, e nelle feste del Signore e dei Santi, l'Eucarestia si celebra in Abbazia alle ore 10,30.

    Per richieste personali al Rettore:
    e-mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. telefono: 035.4362202 (preferibilmente il mattino dalle 7,30 alle 8,30).

    Per uso degli spazi della Rettoria:
    telefonare o mandare sms al 339.3765458 o inviare mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

  • INFORMAZIONI UTILI

    ACCOGLIENZA GRUPPI

    Apertura: tutto l'anno.
    Attività: Esercizi Spirituali, Ritiri, Giornate di Spiritualità, Convegni. Ci si può far guidare o da propri referenti o dal rettore dell’Abbazia.Tipologia ospiti: sacerdoti, diaconi, religiose/i, giovani e adulti laici.

    Ricettività: 20 posti letto disposti in: 1 camera singola, 1 camera a 5 posti letto singoli, 1 camera a 7 posti letto a castello. Una camera è dotata di servizio privato, le restanti camere sono dotate di servizi in comune.

    Servizi: ogni giorno, possibilità di celebrazioni per gruppi.

    Casa non attrezzata per accoglienza disabili.

  • INFORMAZIONI UTILI

    SACRAMENTI
    Per disposizione vescovile in questa chiesa ordinariamente non si celebrano sacramenti di battesimo e matrimonio, se non per le persone residenti nella parrocchia_

    COME RAGGIUNGERCI:
    • auto e bus privati trovano parcheggi su via Fontanella alta e/o via Reg. Teoperga
    • treno (la stazione più vicina, Terno, dista 4 Km)
    • bus pubblici (la fermata si trova a 2 km)

    PER DONAZIONI:
    Rettoria s. Egidio
    Cassa rurale BCC di Treviglio - fil. Sotto il Monte Giov XXIII
    IT34 O 08899 61440 00000 0370654


  • 1
  • 2
  • 3
  • Il Vangelo
    secondo santa Marta

    104. «Padre» è la parola che non può mai mancare nella preghiera, perché è «la pietra d’angolo» che «ci dà l’identità cristiana». Se si aggiunge anche la parola «nostro», ecco che ci possiamo sentire tutti parte di «una famiglia». E così riusciamo anche a «non sprecare parole» o a cercare «parole magiche», ma a vivere fino in fondo la preghiera che Gesù stesso ci ha insegnato — il Padre nostro appunto — soprattutto quando ci invita a saper perdonare gli altri.

    Read More
  • Contrappunti


    pazzie - Gatti da casa di riposo, ecco i nuovi compagni per gli anziani dell’Ohio. In assenza di figli e nipoti, altrove occupati, non sono più soli. Si impone nuova definizione di solitudine. E di compagnia.

    Muri, fili spinati, fossati e droni: 29 miliardi per fermare i disperati. È la cifra record spesa dall’Unione europea in 15 anni per respingere i migranti con ogni mezzo possibile. Il caso di cambiare gli Europei (intesi come abitanti)?

    Read More
  • 1

Chi è on line

We have 14 guests and no members online