Giorni natalizi

lunedì 24 dicembre ore 10-12 e 15-18, confessioni personali_ ore 21, 30 celebrazione della notte_

martedì 25 e mercoledì 26  ore 10,30 Eucarestia

Benvenuti

… nel sito dell’antico Priorato cluniacense di s. Egidio in Fontanella, ora Cappella vescovile. La comunità cattolica che vive nella terra bergamasca, insieme al suo Vescovo Francesco, vi saluta con semplicità e cordialità. Sono passati più di novecento anni da quando Alberto da Prezzate fondò la chiesa di S. Egidio e il monastero benedettino adiacente. Le generazioni si sono susseguite nello scorrere dei secoli, come le stagioni, come gli eventi della piccola e grande storia degli uomini. Eppure mai han cessato di risuonare nella quiete del chiostro e all’ombra delle possenti mura di questa chiesa i passi dei viandanti. Qui sono passati uomini, con il loro carico di gioie e dolori, per rivolgere una preghiera, chiedere un aiuto, ascoltare la Parola, respirare la presenza dell’Assoluto. Nel cuore della collina, tra pietre sacre e preziosi silenzi cari al santo papa Giovanni e al poeta padre Davide Turoldo, qui sarete i benvenuti, qui dove tutto parla del Dio Trinitario Padre, Figlio e Spirito Santo, e del Crocifisso Risorto, che accoglie i passi di tutti e ciascuno. Qui, ci si fa tua compagnia, fraternamente, in questo angolo di storia che percorriamo insieme. Questa è la casa del Signore, questa è casa tua: grazie per essere qui tra noi e buon viaggio!

il Rettore

18th January 2019

L'Angolo

Avarizzia

Ho conosciuto un vecchio
avaro, ma avaro: avaro a un punto tale
che guarda li quatrini ne lo specchio
pe’ vede raddoppiato er capitale.

Allora dice: quelli li do via
perché ce faccio la beneficenza;
ma questi me li tengo pe’ prudenza…
E li ripone ne la scrivania.

Trilussa

Diario

:::: per l’ospitalità a sant’Egidio in Fontanella: animatori di gruppi parrocchiali, giovanili e adulti, possono trovare qui un luogo di silenzio operativo; perciò si privilegia la loro presenza rispetto a quella di bambini o ragazzi, anche perché i ridotti spazi della Rettoria non si confanno alle esigenze di moto dei più piccoli :::: per contatti vedi sotto nel riquadro “informazioni”__ 

Domenica 13 gennaio, nel pomeriggio: don Luca curato di Boltiere, accompagna una decina di giovani educatori dell’oratorio per un momento di revisione di quanto fatto e di programmazione delle prossime attività.  >>>   Nello stesso giorno, pomeriggio di ritiro per il gruppo catechisti delle parrocchie di Vercurago e Pascolo accompagnato dal nuovo parroco don Andrea. La sera, dopo il canto dei Vespri in Abbazia, cena nel salone prima del rientro a casa.   >>>   Mercoledì 9 gennaio, verso mezzogiorno. Una ventina di aderenti al Gruppo Trekking Italia, arrivati da Milano in treno e saliti da Pontida lungo il sentiero del Monte Canto sono in visita guidata alla nostra Abbazia. Pranzo al sacco nel salone prima del rientro a Pontida.   >>>   All’ora di pranzo nel giorno dell’Epifania ospitiamo nel salone una decina di amici provenienti da diverse province lombarde che, in cammino lungo i sentieri del Monte Canto, chiedono ospitalità in un luogo caldo, dopo un’accurata visita al sito abbaziale.   >>>   Nel fine settimana del 5 e 6 gennaio ospitiamo un gruppo di ragazzi adolescenti della parrocchia di Ponte San Pietro accompagnati dagli educatori suor Terry e Diego, per due giorni di “stare un po’ insieme “.   >>>   Nei giorni dal 3 al 4 gennaio ospitiamo in accoglienza una quindicina di ragazzi della parrocchia di Monte Marenzo accompagnati dal parroco don Giuseppe e dai catechisti.Due giorni di ritiro in preparazione alla festa dell’Epifania, giorno in cui riceveranno il sacramento della Cresima.   >>>   Nel fine settimana dal 28 al 30 dicembre ospitiamo in accoglienza gli aderenti al meratese Circolo Selvanesco per la tradizionale uscita di fine anno dedicata all’ascolto delle riflessioni di don Marcellino Brivio. Tema di quest’anno “Il respiro del silenzio”.   >>>   Giovedì 27 , nel pomeriggio. Dalla città di Milano in pellegrinaggio nella terra del Santo Papa Giovanni un gruppo di Laiche consacrate dell’Ordo Virginis accompagnate da don Davide, loro guida spirituale: sono dapprima accolte dal nostro Rettore per un approfondimento della figura di PadreTuroldo, e poi accompagnate in visita guidata all’Abbazia e alla sua storia.

Leggere di più

Segnalazioni / Corrispondenze

GATTONARE PER STRADA: IN CINA
Non sono riuscite a raggiungere gli obiettivi previsti per il 2018 e per questo – stando a quanto riporta il quotidiano internazionale The Epoch Times – sono state punite dai dai loro datori di lavoro, che le hanno obbligate ad avanzare carponi in strada. Un’umiliazione, come mostra il video finito sui social network cinesi, per giunta pericolosa: le donne si ritrovano su un tratto di strada su cui transitano anche delle auto. L’episodio si sarebbe verificato lo scorso 14 gennaio. Quelle in video sarebbero sei dipendenti di un beauty center di Tengzhou, città che si trova nella provincia dello Shandong, la regione più orientale del Paese. E’ già successo, in passato, di assistere – sempre attraverso video diventati virali sui social – a punizioni corporali e umiliazioni varie di dipendenti cinesi.  Nel 2016, per esempio, alcuni impiegati di una banca rurale cinese sono stati sculacciati in pubblico con un bastone. Nel 2013 invece, nella città di Chongqing, un gruppo di dipendenti – tutti vestiti di arancione – si sono ritrovati a gattonare in circolo in un’area commerciale. In quel caso, dopo un’indagine sull’accaduto, si scoprì che i datori di lavoro interpretavano quella curiosa marcia come una sorta di “stress test”. Questa notizia mi fa dire che è sempre la gogna – e ancora – che imperversa nel mondo. Anche in Italia, tanto da costringere i migliori a provare compassione persino per Battisti. 

Leggere di più

Via Crucis dell'oggi

Protestantesimo

daQui

Odio – Qui ci sono i germi dell’odio che continuano ad annidarsi ovunque. Vergognamoci, è il grido che dovrebbe salire da piazze di gilet multicolori. Piazze che ancora non si vedono, in un mondo attorno a noi sempre più segnato dalle barbarie (ma pure da quell’accorrere in una notte di tempesta a soccorrere cinquantuno naufraghi sulle coste calabresi, da residenti che se ne infischiano delle regole alla Bongiorno – portavoce di quella noncuranza salviniana dell’essere umani che si riveste di leggi inumane). Inumani o gran cafoni, quando ci si fa emuli delle verità che normalizzano il razzismo, con quel “prezzemolo di linguaggio fascistoide” che raggiunge certamente i più deboli. (Non occorre essere pensatori accreditati o dottori della legge per credere di poter sfuggire alla debolezza della irrazionalità: Nietzsche insegna).   A scrivere o raccontare queste cose, si perdono i fedeli, secondo la letteratura che trova così consenzienti  i lettori feltriniani? E meno male, e finalmente: i cristiani sono un piccolo resto di peccatori che tentano la difficile fedeltà al vangelo sine glossa; che combattono quella paura del diverso che inevitabilmente sfocia nell’odio. Ma i lettori feltriniani non lo sanno? L’hanno dimenticato? Questo papa allontana quanti la pensano diversamente sull’ospitare gli stranieri? Bene: ma chi è fuori dalla legge evangelica? Quelli o il papa? O i vesconi e i pretoni che non avrebbero la sintonia con i loro popoli? O ce l’hanno talmente chiara la sintonia, da allontanarsi quel tanto per non essere ormai cagliati da quell’odio che si fa sgorgare persino da rosari sventolati? “La bellezza ci unisce” dice il papa in un’intervista: ma quale? La bellezza

Leggere di più

Informazioni

La chiesa abbaziale
è aperta dalle 8 del mattino fino al calar del sole.

La Domenica, e nelle feste del Signore e dei Santi, l’Eucarestia si celebra in Abbazia alle ore 10,30.

Per richieste personali al Rettore:
e-mail:
attobianchi@gmail.com
telefono: 035.4362202 (preferibilmente il mattino dalle 7,30 alle 8,30).

Per uso degli spazi della Rettoria:
telefonare o mandare sms al 339.3765458 o inviare mail:
giudittaperico@alice.it

Apertura: tutto l’anno.
Attività: Esercizi Spirituali, Ritiri, Giornate di Spiritualità, Convegni. Ci si può far guidare o da propri referenti o dal rettore dell’Abbazia.Tipologia ospiti: sacerdoti, diaconi, religiose/i, giovani e adulti laici.

Ricettività: 20 posti letto disposti in: 1 camera singola, 1 camera a 5 posti letto singoli, 1 camera a 7 posti letto a castello. Una camera è dotata di servizio privato, le restanti camere sono dotate di servizi in comune.

Servizi: ogni giorno, possibilità di celebrazioni per gruppi.

Casa non attrezzata per accoglienza disabili.

Per disposizione vescovile in questa chiesa ordinariamente non si celebrano sacramenti di battesimo e matrimonio, se non per le persone residenti nella parrocchia_

COME RAGGIUNGERCI:
• auto e bus privati trovano parcheggi su via Fontanella alta e/o via Reg. Teoperga
• treno (la stazione più vicina, Terno, dista 4 Km)
• bus pubblici (la fermata si trova a 2 km)

PER DONAZIONI:
Rettoria s. Egidio
Cassa rurale BCC di Treviglio – fil. Sotto il Monte Giov XXIII
IT34 O 08899 61440 00000 0370654


Il Vangelo secondo Santa Marta

71 - I comandamenti di Dio sono concretezza, perché «il criterio del cristianesimo è la concretezza, non le idee e le belle parole. La carne di Cristo è la concretezza del primo comandamento. Il secondo comandamento è concreto: amare, amarci gli…

Leggere di più

Contrappunti

CHI GLIELO DICE a Salvini che i Valdesi – a cui ha infilato i 12 sbarcati ultimi “senza oneri per lo stato” – non hanno pratiche da rosario, quello da lui sventolato? E che i pretoni e i vescovoni prendono sì il sussidio statale per migliaia di…

Leggere di più