Giorni natalizi

lunedì 24 dicembre ore 10-12 e 15-18, confessioni personali_ ore 21, 30 celebrazione della notte_

martedì 25 e mercoledì 26  ore 10,30 Eucarestia

22nd March 2019

L'Angolo

Passo d’Uomo

Povero cuore
con la mano sul cuore, giuro,
che mai non ti vedrò
accompagnare il male
e voltare la testa
e piegare la schiena
abbassare la testa
e abbandonare la scena.
Povero cuore
come un povero scemo

apro la finestra
e sono qui che fumo
e vivo la mia vita a passo d’uomo
altro passo non conosco
soltanto questo passo d’uomo.
Qualcuno sta aspettando
all’uscita della chiesa
benedici il suo cappello vuoto
la sua lunga attesa
è una vita che si affanna
e cerca e ruba
illumina il suo tempo
insegnagli la strada.

F. De Gregori

QUARESIMA_ un buon tempo per alleggerire la vita liberandoci da idoli, egoismi e ingordigie.    E dunque preghiera, elemosina e digiuno. 

L'INCONTRO SETTIMANALE DI PREGHIERA COME CAMMINO QUARESIMALE - via Crucis, santa Comunione, offerta della cena per i poveri - QUESTA SETTIMANA PER UNA SOVRAPPOSIZIONE DI IMPEGNI IN ABBAZIA SI TERRA' 

NON giovedì MA VENERDI ALLE ORE 20_


Diario

:::: per l’ospitalità a sant’Egidio in Fontanella: animatori di gruppi parrocchiali, giovanili e adulti, possono trovare qui un luogo di silenzio operativo; perciò si privilegia la loro presenza rispetto a quella di bambini o ragazzi, anche perché i ridotti spazi della Rettoria non si confanno alle esigenze di moto dei più piccoli :::: per contatti vedi sotto nel riquadro “informazioni”__ 

Domenica 10 marzo: giornata di ritiro per genitori e bambini di seconda elementare della parrocchia di Brembo di Dalmine in preparazione al Sacramento della Riconciliazione. A guidare la giornata il parroco don Diego, i catechisti e alcuni volontari, per un centinaio di presenti. Nel pomeriggio la celebrazione della Santa Messa conclude la giornata.   >>>   Da sabato 9 a domenica 10, ospitiamo una trentina di ragazzi dei gruppi scout della zona Brimino – Milano nord per un’uscita in preparazione alla Quaresima. Nel pomeriggio di sabato prima di salire si fermano alla Messa prefestiva nel Santuario di Papa Giovanni, nella sera veglia in Abazia guidata dalle meditazioni del diacono Esler Miranda e animata da canti gospel. Per la notte nelle tende sono ospiti nell’uliveto della cantina Cavril e la mattina, prima di ripartire per Sotto il Monte via Monte Canto, sono di nuovo in Chiesa per la meditazione e la preghiera.    >>>   Venerdì 8, pomeriggio di ritiro per una decina di ragazzi dell’Associazione Mato Grosso in preparazione al tempo quaresimale, guidati da don Tommaso, vicerettore del nostro Seminario. Meditazione, riflessione, silenzio, confessione e celebrazione della Santa Messa a scandire il tempo.

Leggere di più

Segnalazioni / Corrispondenze

CINEMA

Green Book – Il titolo del film  viene da una guida pubblicata dagli anni 50 dedicata ai “viaggiatori negri” per aiutarli a trovare motel (non certo hotel di livello, rigorosamente riservati ai bianchi) e ristoranti che li avrebbero accettati.Chiunque veda questo film , in perfetto equilibrio fra risata e parabola sulla tolleranza, ne rimane conquistato. Gli americani hanno un termine per definire questo tipo di film: non stupisce che proprio attraverso le risate si possa veicolare un messaggio di rispetto della diversità, un invito a guardare al diverso con curiosità, magari per ribaltare un pregiudizio negativo. Sono tematiche sempre attuali, a maggior ragione in un’epoca in cui le minoranze stanno rivendicando a giusto titolo la dovuta attenzione anche a Hollywood.

LIBRI

G. Carofiglio, La versione di Fenoglio, ed Einaudi – Pietro Fenoglio, un vecchio carabiniere che ha visto di tutto, e Giulio, un ventenne intelligentissimo, sensibile, disorientato, diventano amici nella più inattesa delle situazioni. I loro incontri si dipanano fra confidenze personali e il racconto di una formidabile esperienza investigativa, che a poco a poco si trasforma in riflessione sul metodo della conoscenza, sui concetti sfuggenti di verità e menzogna, sull’idea stessa del potere. La versione di Fenoglio è un manuale sull’arte dell’indagine nascosto in un romanzo avvincente, popolato da personaggi di straordinaria autenticità: voci da una penombra in cui si mescolano buoni e cattivi, miserabili e giusti.

Leggere di più

Via Crucis dell'oggi

Protestantesimo

Laudato sì

daQui

misericordia – Si racconta che Mussolini avesse posto l’alternativa: burro o cannoni? E gli italiani gridarono cannoni. E così fu. E così fu la guerra. A qualche decennio di distanza, sembra che si sia ancora lì: cambia il tipo di armi, ed è cambiato il campo di battaglia, ma … siamo diventati un Paese incattivito, scorretto e violento come mai prima, secondo le parole di chi studia usi e costumi della nazione. E non consolano le parole di Umberto Eco: i social hanno dato diritto di parola a legioni di imbecilli. Perché i social sono oggi il gran campo di guerra di questa generazione: possono essere una fogna di cattiveria e bassezza. E nulla cambierà fino a quando chi insulta, diffama e chi minaccia potrà farlo impunemente. Alla faccia di chi si scandalizza quando si dice: il popolo è bue. Non è aristocrazia da intellettuali, ma puro riscontro di quanto sta avvenendo: che debba il Presidente della Repubblica ricordare che la legge Merlin – quella che chiuse le case chiuse – sia stato un buon primo esito per la dignità femminile; e che questo monito sia stata una risposta indiretta a un ministro – quel ministro che sta facendo carte false per diventare primo ministro! – che aveva appena ventilato la possibilità di riaprirle, le case chiuse, dice tutto: di quali argini occorra alzare per la smemoratezza che dilaga più che il Po quand’è in piena. Altro che smilitarizzare i cuori, come chiede Francesco papa; occorre innanzi tutto smilitarizzare i pollici: sennò, il che male c’è sarà inevitabilmente il ritornello di chi non si lascia toccare da alcun avvertimento. Atteggiamento proprio di chi deve assolutamente  crearsi il mondo nel quale vuole vivere, anche a prezzo di disprezzare o distruggere il mondo reale. Un appoggiarsi sul nulla, perché nulla è all’infuori di lui, come scrive Ortega Y Gasset:

Leggere di più

Informazioni

La chiesa abbaziale
è aperta dalle 8 del mattino fino al calar del sole.

La Domenica, e nelle feste del Signore e dei Santi, l’Eucarestia si celebra in Abbazia alle ore 10,30.

Per richieste personali al Rettore:
e-mail:
attobianchi@gmail.com
telefono: 035.4362202 (preferibilmente il mattino dalle 7,30 alle 8,30).

Per uso degli spazi della Rettoria:
telefonare o mandare sms al 339.3765458 o inviare mail:
giudittaperico@alice.it

Apertura: tutto l’anno.
Attività: Esercizi Spirituali, Ritiri, Giornate di Spiritualità, Convegni. Ci si può far guidare o da propri referenti o dal rettore dell’Abbazia.Tipologia ospiti: sacerdoti, diaconi, religiose/i, giovani e adulti laici.

Ricettività: 20 posti letto disposti in: 1 camera singola, 1 camera a 5 posti letto singoli, 1 camera a 7 posti letto a castello. Una camera è dotata di servizio privato, le restanti camere sono dotate di servizi in comune.

Servizi: ogni giorno, possibilità di celebrazioni per gruppi.

Casa non attrezzata per accoglienza disabili.

Per disposizione vescovile in questa chiesa ordinariamente non si celebrano sacramenti di battesimo e matrimonio, se non per le persone residenti nella parrocchia_

COME RAGGIUNGERCI:
• auto e bus privati trovano parcheggi su via Fontanella alta e/o via Reg. Teoperga
• treno (la stazione più vicina, Terno, dista 4 Km)
• bus pubblici (la fermata si trova a 2 km)

PER DONAZIONI:
Rettoria s. Egidio
Cassa rurale BCC di Treviglio – fil. Sotto il Monte Giov XXIII
IT34 O 08899 61440 00000 0370654


Il Vangelo secondo Santa Marta

75. I nostri tempi non sono migliori di quelli del diluvio universale e le prime vittime sono i bambini, tra guerre e ingiustizie, e i poveri che pagano il conto salato della festa dei ricchi. Per questo gli uomini e le donne oggi dovrebbero avere gli stessi sentimenti di Dio pentendosi e addolorandosi: fatto carne, aveva la capacità

Leggere di più

Contrappunti

Non sappia la sinistra … così, uno pseudocattolico del convegno sulla famiglia che si terrà a Verona. Per ora da sottolineare l’uso del Vangelo per giustificare la propria azione politica come una costante nella Lega di Salvini che più volte, non a caso, cita san Giovanni Paolo II in contrapposizione al pontificato in corso, per giustificare le proprie prese di posizione (porti chiusi!). Sono uscite che infastidiscono i cristiani, o almeno quelli che si sforzano di esserlo.

Leggere di più